Il Civitavecchia batte la Virtus Nettuno, supera in un sol colpo l’Eretum e l’Anzio e vola in quarta posizione. Finisce quattro a uno per gli uomini di Caputo, dalla vetta in solitaria del Real Monterotondo mancano quattro lunghezze ma nel mezzo il plotone si assottiglia.

La Virtus gioca una buona gara, lì davanti è ben assortita e mette paura fin troppo a Pancotto, dietro barcolla e capitola quattro volte ma rischiando molto di più. La Vecchia contiene gli ospiti andando in rete due volte per tempo, quella di Cerroni in tuffo è da cineteca del calcio, nella ripresa il Nettuno non ha più energie e la Vecchia ha vita facile. Domenica la PMC, ma di tempo per ricaricare le pile, dopo una settimana in cui si è giocato tre volte, ce ne è. Omaggio di uno stadio intero a Flavio Gagliardini, il Bomber è sempre nei cuori di tutti noi.

FORMAZIONI La Vecchia dopo le ultime due performance di Nunziata tra i pali ritorna con l’under a difesa della propria porta, ci si sistema il solito Pancotto. Serpieri è squalificato e al suo posto c’è Fatarella, a far da tandem con Leone, con Funari e Converso che si sistemano al loro fianco. Il duo di centrocampo è composto dal duo Bevilacqua-Di Ventura, Ruggiero a interdire tra i reparti e a supporto del trio d’attacco composta da Cerroni, Selvaggio e Toscano. Gli ospiti si presentano con soli diciassette a referto.

GARA Il primo tiro è ospite, D’Auria crossa con Serpieri che ribatte appena fuori dell’area, la sfera arriva a Di Dionisio che manda di una metrata fuori dalla porta difesa da Pancotto. La gara si ferma al nono, il pubblico in piedi in un applauso scrosciante a memoria del compianto bomber Civitavecchiese Flavio Gagliardini. Per sempre nei nostri cuori. Quando riprende il gioco la Vecchia fino ad allora non trascendentale passa, Selvaggio si invola sull’out sinistro per poi convergere, sfera a Cerroni che brucia Scarsella all’angolo sinistro basso. Un caso che il gol arrivi subito dopo e che a farlo sia il numero nove neroazzurro? Non crediamo. Cerroni si ripete due minuti dopo, la sfera stavolta è fuori di un soffio. Partita in mano alla Vecchia ora. Il Nettuno esce fuori con difficoltà, anche se Trippa al quindicesimo si fa deviare il tiro quasi a botta sicura. Il primo spazzo geniale Gigi Ruggiero lo offre al ventesimo, serpentina nel cuore dell’area ospite con la sfera che si ferma solo quando è tra le mani di un Scarsella in uscita. Il Nettuno spinge e serve la testa di Leone per respingere il tiro di Romani diretto in rete. Non male il Nettuno in questa fase, a centrocampo arrivano sempre prima dei civitavecchiesi, che con difficoltà portano la sfera avanti. Di concreto verso Pancotto però si vede poco. Al trentesimo Romani si divora un gol già fatto, il centravanti solo davanti a Pancotto si fa respingere il tiro con la punta del piede. Gol sbagliato gol subito, la legge del calcio si ripete ancora. Sul ribaltamento di fronte passa ancora la Vecchia, tiro di Di Ventura con la palla che viene deviata e arpionata da Toscano che, solo, davanti a Scarsella non sbaglia. Due a zero. Non c’è neanche il tempo di gioire che il Nettuno dimezza, tiro dai trenta metri di Fiachetti che Pancotto vede sfilare alle sue spalle. Due a uno, tutto da rifare. Si va negli spogliatoi sul due a uno per i civitavecchiesi, il Nettuno ha giocato a viso aperto arrivando però poche volte alla conclusione, ben figurando tutto sommato. Il Civitavecchia ha praticamente contenuto gli ospiti e ogni volta che è andata in avanti è sempre stata pericolosa, risultato giusto. Si torna in campo e la Vecchia passa ancora, gli basta un minuto a Gigi Ruggiero per involarsi, battere Scarsella, e festeggiare la nascita del figlio. Tre a uno. Trippa impegna severamente Pancotto un minuto dopo, il Nettuno tenta il tutto per tutto per riaprirla ma, dopo qualche accenno di manovra, perde di lucidità mano a mano che passano i minuti. Nel giro di venti minuti la Vecchia prende il comando nel mezzo del campo e gestisce il gioco. Ruggiero con un pallonetto manda la sfera di un soffio alta sopra la traversa, sembra non ci sia altro da mettere sul piatto per il Nettuno. Alla mezz’ora la Vecchia passa ancora e chiude la gara, Convarso crossa con Cerroni che in tuffo di testa batte Scarsella. Gol spettacolare. C’è il tempo di vedere la conclusione di Funari sfilare di un soffio a lato, ora la Vecchia dispone e crea a piacimento. Finisce dopo quattro minuti di recupero, si festeggia. Giustamente.

8a giornata Campionato Eccellenza girone A

CIVITAVECCHIA CALCIO 1920 4 vs Virtus Nettuno 1

Marcatori 9’pt e 28’st Cerroni , 28’pt Toscano, 32’pt Fischetti, 1’st Ruggiero

Arbitro Bellucci di Roma1

Ammonizione Scarsella

CIVITAVECCHIA CALCIO 1920 PANCOTTO CONVERSO FUNARI BEVILACQUA FATARELLA LEONE SELVAGGIO (41’st Palombo) DI VENTURA CERRONI (43’st Indorante) RUGGIERO (30’st Tabarini) TOSCANO (22’st Tiozzo) Panchina NUNZIATA TRECCARICHI FEULI BELLUMORI PALUMBO TABARINI MONDELLI TIOZZO INDORANTE Allenatore P. Caputo

VIRTUS NETTUNO SCARSELLA LAURI D AURIA MAURO FRANCESCO CIRILLI SEVERA (40’st SEPE) DI DIONISIO TRIPPA (22’st Caronti)ROMANI (30’st Mauro) FISCHETTI PIRAZZI (41’st Gorgea h Panchina GRAVINA GENTILINI MAURO GIANCARLO CARONTI SEPE GORGEA Allenatore M. Iannarilli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.