Pokerissimo al Grifone e quarto posto in solitaria per la Vecchia


Cinquina in quel di Via Carlo Cortina per la Vecchia. Tre volte Ruggiero, una a testa Pippi e Cerroni portano il Civitavecchia al quarto posto in solitaria. Domenica dalle mille sorprese, il Pomezia tra le mura amiche batte l’Astrea sul finale di gara e, complice il pari tra W3 e PFC, mantiene la vetta della classifica andando in fuga. Nel treno degli inseguitori di testa guadagna posizioni solo la Vecchia che in sol boccone sorpassa il Ladispoli e guadagna due lunghezze su W3 e PFC. Dopo dodici giornate Pomezia a 28, PFC e W3 a 25, Civitavecchia a 23 e subito dopo il Ladispoli a 22. 
FORMAZIONE Assenti Serpieri e Mancini mister Castagnari posiziona sul terreno di gioco l’undici iniziale che vede Scaccia tra i pali con sulla linea di difesa Scardola, Fatarella, Funari e Deiana. Nella zona nevralgica ancora Proietti e Gagliardi, a supporto di Luciani, Ruggiero, Pippi e Cerroni. Dall’altra parte mister Berruti piazza Rosati tra i legni, poi in ordine di maglia Nunez, Conti, Latini, Martino, Carice, Fabrizi, Cosi, Abbruzzetti, Sundquist e Muanda. 
GARA Gara a senso unico e senza troppi patemi d’animo, la compagine diretta da Castagnari mantiene tra le mani il pallino del gioco già dagli inizi e segna, forse, un passò fondamentale per scacciare vecchi fantasmi e avvicinarsi definitivamente ai piani che contano. Sugli scudi Gigi Ruggiero che nei sessantatré minuti in cui sarà in campo ne segnerà ben tre di reti, anche se la rete d’apertura ad aprire la strada alla vittoria sarà Renan Pippi. Prima del diciassettesimo in cui Renan Pippi raccoglie il cross di Luciani bruciando Rosati, la Vecchia era andata vicina al gol con lo stesso Pippi dopo cinque minuti e Ruggiero poco dopo. La Vecchia è in palla e intorno alla mezz’ora passa ancora due volte con Ruggiero, nella prima di rete raccoglie il cross di Proietti mentre nella seconda fa tutto da solo il fantasista, serpentina dalla destra fino a convergere verso il centro per poi scagliare la palla in rete. Tre a zero sacrosanto al termine dei primi quarantacinque minuti di gioco. Bastano quattro minuti agli uomini di Castagnari per servire il poker, Scardola lancia di precisione verso Ruggiero che la mette nel mezzo per Cerroni che, defilato, insacca ancora. Ruggiero oggi è scatenato e al sessantesimo in un gol dei suoi, duetta con Funari per poi con un tiro a giro bruciare Rosati, cala il pokerissimo. Non succede più nulla fino al novantesimo da mettere a referto, se non la sarabanda di sostituzioni da una parte e dall’altra, con la Vecchia che fa quattro vittorie su quattro gare conquistando il quarto posto in classifica. Domenica là Campus Eur per sognare ancora. 
12a giornata Eccellenza girone A

Grifone Gialloverde Civitavecchia Calcio 1920 

Marcatori: 17’pt Pippi, 26′ 30′ 60′ Ruggiero, 48′ Cerroni

Arbitro sig. Germano di Ostia Lido 

Ammonizioni Fatarella e Carice
GRIFONE GIALLOVERDE ROSATI NUNEZ (26’st BULLARI) CONTI LATINI MARTINO CARICE (44’st Pepe) FABRIZI (44’st Antonelli) COSÌ (30’st D’ALESSIO) ABBRUZZETTI SENDQUIST MUANDA (26’st MORERO) Panchina LA ROVERE LOSCALZO IANNOTTA D’ALESSIO PEPE BULLARI ANTONELLI MORERO Allenatore G. Berruti 
CIVITAVECCHIA CALCIO 1920 SCACCIA FUNARI DEIANA PROIETTI (53′ La Rosa) SCARDOLA FATARELLA (75′ Caforio) LUCIANI (80′ Imperiale) GAGLIARDI CERRONI RUGGIERO (63′ Di Ventura) PIPPI (70′ Panico) Panchina SENSERINI FABBRI LUCHETTI FRANCESCHI Allenatore M. Castagnari

 

Pubblicità

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.